Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2011

Le Orme e Il Destino - Bencivenga-Bergonzoni-Borges- FAVOLE, FINZIONI, FURORE

Le Orme e Il Destino - Bencivenga-Bergonzoni-Borges-


Allora, quando c'era tutto il tempo, ci si chiese perché. E siccome c'era tutto il tempo, si provò a rispondere. Ma le risposte non cessavano di interrogarci; così molti si stancarono di cercare. Adesso il tempo è finito. Sono rimaste delle parole. Che forse non hanno più niente da dire.
Il cordino
"Quando ero piccolo avevo un grosso problema. Ogni tanto mi faceva male la testa o la gola, e fin qui niente di strano: non era piacevole, ma è una cosa che capita a tutti e, come si dice, mal comune... C'era anche, però, un male che non era affatto comune; anzi ce ne erano molti. Succedeva per esempio che mi facessero male i pantaloni, quando la mamma li metteva in lavatrice e quella specie di ventola che c'è li dentro li sbatteva di qua e di là. Mi faceva male la porta se il vento la chiudeva con un gran fracasso, mi faceva male il gatto se qualcuno gli tirava la coda e mi faceva male la sedia quando ci si sedeva su …

Sovvertimento dei Sensi - Stefan Zweig - Corbaccio 1932

* * * Da quella sera, in cui quest'uomo venerato mi aprì la sua anima, da quella sera, quarant'anni fa, tutto quello che i nostri romanzieri e poeti raccontano come straordinario, tutto quello che le commedie rappresentano sotto la maschera della tragedia, mi sembra infantile, mi sembra inutile. E' per comodità, per mancanza di coraggio o per avere un orizzonte troppo ristretto che essi tutti mostrano sempre e solo l'orlo superficiale della vita, dove i sensi operano alla chiara luce del giorno, apertamente e metodicamente, mentre giù in fondo, nei sotterranei, nelle caverne o cloache del cuore, s'agitano sinistramente fosforescenti le perigliose belve della passione, nel buio unendosi e dilaniandosi in ogni più fantastico accoppiamento? Li spaventa il fiato caldo e struggitore degli istinti demoniaci, l'esalazione del sangue che brucia, temono di imbrattarsi le mani troppo delicate alle piaghe dell'umanità, oppure il loro occhio avezzo a una luce più bland…

La Vita - Album di Famiglia - 1946 - La Repubblica Italiana

ANNO 1946
Il Referendum




Fotografia originale formato 6cmx8cm Renato, Maria e Graziano



Costo della vita nell'anno 1946
Stipendio di un operaio era circa di Lire 10.000, Costo del giornale Lire 4, Tazzina di Caffè Lire 20 (cominciate a notare il "valore" delle cose..ora il giornale costa quanto un caffè, oggi per mantenere questa proporzione il caffè costerebbe, rapportato ad € 1,10, cinque volte tanto ciò € 5,50) A voi le considerazioni sul nostro quotidiano.... Pane Lire 45 (sì sì, avete compreso bene), Latte 30 Lire, un libro Lire 25 (come un caffè?..povera cultura odierna)Vino 75 Lire, Pasta Lire 120, Riso Lire 60 Polpa di Manzo Lire 400,  Zucchero Lire 720(!) [..ed ora pensate a quanto zucchero utilizziamo oggi..] Un grammo di Oro Lire 818

1936,27 Lire per 1 € http://www.cracantu.it/servizi/on_line/vari/valorelira.php
http://www.pbmstoria.it/dizionari/storia_mod/s/s011.htm

LE DUE PRINCIPALI NOTIZIE DELL'ANNO:
IL 9 MAGGIO, IL RE D'ITALIA VITTORIO EMANUELE III DI SAVO…