Diego Valeri - dal sito Viadellebelledonne


Profilo Bibliografico:
Elenco degli scritti:

dalla la prima lirica della raccolta Calle del vento:

QUI C’È SEMPRE UN POCO DI VENTO
A TUTTE LE ORE, DI OGNI STAGIONE:
UN SOFFIO ALMENO, UN RESPIRO.
QUI DA TRENT’ANNI STO IO, CI VIVO.
E GIORNO DOPO GIORNO SCRIVO


Diego Valeri, poeta e saggista (Piove di Sacco, 25 gennaio 1887 – Roma, 27 novembre 1976)

L’ Assenza


C’è, scavata nell’aria, la tua dolce

forma di donna; un vuoto

che palpita di te, come l’immoto

silenzio dopo una perduta voce.



***


Fiore del nulla


Quando ti schiudi, fiore

divino, assorto è il tempo

fuor di notte e di giorno,

l’aria non ha colore,

tutto è perduto intorno.

Tu solo sei, divino

fiore del nulla, amore.


(Tempo e Poesia, Mondadori)

***

Il fiume


Il fiume che si svena alla sua foce,

la sera che s’incenera e si sfa

nella tenebra morta, il fil di voce

del vento tra la viscida erba… Cuore,

quello ch’è stato d’amore e dolore

più non sarà.


***


Il bimbo e il poeta


- Mondo, mondo d’oro,

io sono il tuo piccolo re.

Quanto è bello e buono,

tutto fu fatto per me.

Pur ch’io muova un passo

fiorisce ai miei piedi il terren.

Prendo in mano un sasso

ed ecco, una gemma divien.

Mondo, dolce mondo

io sono il tuo piccolo re.

Giro, giro tondo:

tutta la gioia per me.

- Bimbo, bimbo bello

sono il tuo fratello.

Fammi entrare un poco

nel tuo caro gioco!

So la tua magia:

è la poesia.


(Il campanellino, poesie per ragazzi)


***



Commenti

Post popolari in questo blog

"La Fantasia è un posto dove ci piove dentro" ITALO CALVINO

IERNOTTE MENTRE DORMIVO - Antonio Machado (1875-1939)