Passa ai contenuti principali

Sullo Stagno

Il Regno dei Sogni, fuori dalla Realtà
Claude Monet, Lo stagno delle ninfee armonia in verde 1899
Musèe D'Orsay, Parigi

Sullo Stagno
Sul grigio stagno ove alta è già la neve,
un airone è in volo, candido e lieve.
Dalla sponda io, qui solo
assisto muto al volo,
e, fatto schermo agli occhi con la mano,
guardo, guardo lontano.
                                                    Li Po
                               (Vers. di M. Spiritini).

Sullo Stagno
Metrica: Endecasillabi e settenari. Rima Baciata
Parte l'airone dallo stagno che oramai, a causa della neve, non gli offre più nulla.
Il poeta ne segue il leggerissimo volo, e, ignorandone la meta, provoca un senso di rapimento che gli impedisce di parlare (muto). Il suo sguardo si perde lontano dietro all'airone che lo trasporta in un regno di sogni,
 fuori dalla realtà.


Da L'AQUILONE di D.Consonni - L.P.Mazza
Antologia Italiana per la Scuola Media
Società Editrice Internazionale
1959
Li Po (700 circa-762 d. Cr.)
E' considerato da taluni critici come il più grande poeta cinese, vissuto nel periodo del massimo splendore della poesia in Cina.

Oggi, in questa giornata di fine Gennaio, la neve ricopre la terra
e vedo le lepri, padrone del campo, sembrano appoggiate,
magiche e sognanti. Aspetto lo scatto, improvviso, senza meta
e le inseguo con lo sguardo, che poi si perde, dietro i confini
della finestra; ma fuggo con loro
e mi rimane lo stupore ed il sorriso.
Incontro questa poesia sull'Antologia di mio Padre lì pronta 
a sottolineare l'emozione vissuta.


Commenti

Post popolari in questo blog

"La Fantasia è un posto dove ci piove dentro" ITALO CALVINO

"La Fantasia è un posto dove ci piove dentro" Dalle “Lezioni americane” di Italo Calvino Sei proposte per il prossimo millennio



Il soffitto dei Desideri....dove ci piove dentro!

... da Lezioni Americane di Calvino, un testo che amo particolarmente e che lessi nel '90..mi ispirò innumerevoli letture e mi fece conoscere Borges e ogni tanto ci torno per "metterci una mano dentro e tirarci fuori la magia come dal cappello"..ora la interpreto così: la fantasia non ha tempo, forma, colore, densità, odore, è tutto e il suo opposto, è quello che voglio, che creo fingendo io..un posto dove ci piove dentro..dunque..quando piove dentro, vuol dire che c'è un foro, un buco, un piccolo passaggio, o una voragine, una grossa perdita..insomma una falla..una falla nella fantasia? cosa potrà mai essere?
LA DURA E MERA REALTA'! KE-R


«Ci sono giorni in cui ogni cosa che vedo mi sembra carica di significati: messaggi che mi sarebbe difficile comunicare ad altri, definire, t…

IERNOTTE MENTRE DORMIVO - Antonio Machado (1875-1939)

IERNOTTE MENTRE DORMIVO
Iernotte mentre dormivo sognai, felice illusione!, che una fontana fluiva dentro il mio cuore. Dimmi, per che gora nascosta, acqua, giungi fino a me, sorgiva di nuova vita dove non bevvi mai? Iernotte mentre dormivo sognai, felice illusione!, che un alveare avevo  dentro il mio cuore; e le api dorate fabbricavano in esso, con le vecchie amarezze, bianca cera e dolce miele. Iernotte mentre dormivo sognai, felice illusione!, che un sole ardente splendeva dentro il mio cuore. Ardente perché dava calore, di rosso focolare, e sole perché rischiarava e perché faceva lacrimare. Iernotte mentre dormivo sognai, felice illusione!, che era Dio quel che avevo dentro il mio cuore.
Antonio Machado (1875-1939)

Ciao Nonna


Il libro dell'Inquietudine di Bernardo Soares - Fernando Pessoa

Il libro dell'Inquietudine di Bernardo Soares



http://www.leonor-fini.com/Versionanglaise/index_a.htm http://it.wikipedia.org/wiki/Leonor_Fini


"Le figure immaginarie hanno più spessore e verità di quelle reali. Il mio mondo immaginario è stato sempre per me l'unico mondo vero. Non ho mai avuto amori così reali, così pieni di verve, di sangue e di vita come l'amore vissuto con figure uscite da me stesso. Che peccato! Ne ho nostalgia perchè, come ogni amore, anche questi amori passano"...nota 198(367) Il Libro dell'inquietudine di Bernardo Soares - Fernando Pessoa
"Non ho fatto altro che sognare. Questo, e questo soltanto, è sempre stato il senso della mia vita. Non ho mai avuto altra preoccupazione vera se non la mia vita interiore. I più grandi dolori della mia vita sfumano, quando, aprendo la finestra che si affaccia sulla strada del mio sogno, e guardando il suo andamento, posso dimenticare me stesso". 200(373) Il Libro dell'inquietudine di Bernar…