Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2009

Il melograno

Oggi nell'aia, una calda giornata d'autunno, profumi di mosto, moscerini ronzanti, frutti del melograno

L'albero a cui tendevi
La pargoletta mano,
Il verde melograno
Da' bei vermigli fior

Nel muto orto solingo
Rinverdì tutto or ora,
E giugno lo ristora
Di luce e di calor.

Tu fior de la mia pianta
Percossa e inaridita,
Tu de l'inutil vita
Estremo unico fior,

Sei ne la terra fredda,
Sei ne la terra negra;
Né il sol più ti rallegra
Né ti risveglia amor.


Pianto antico di Giosuè Carducci 1871

Horta - Brussel

L'unicità, l'irripetibile, il fatto ad arte
un percorso, l'Art Nouveau, l'Arts&Crafts
il dominio del pezzo unico sulla serialità:
oggi come allora!



Brussel - Luglio 2009

La Sfoglia Bolognese

La sfoglia di mia Nonna per i tortellini, rigorosamente con uova delle galline di mio padre, fatta quindi esclusivamente con farina e uova, niente acqua e sale. E niente buchi, questa è la mano dell'esperienza. Per tagliarla si usa un solo coltello e sempre quello. Un rito, dei movimenti, e dei profumi eterni! Grazie Nonna, per sempre!






Calimero

Oggi è scomparso Luciano Emmer, a 91 anni, l'inventore di "Carosello", regista e documentarista di pregio. Avevo visto di recente a Slow Food on film il suo documentario: Le pecore di Cheyenne - (2007).
La scena del siparietto che si apre fu girata da lui! Vorrei ricordare un carosello speciale quello di Calimero; Mi ha sempre messo un ansia terribile, ho anche capito il perchè..mi sembra molto attuale!





Mirandola (Mercato Antiquariato-Modernariato)

Oggi al mercato di Mirandola, oltre agli acquisti che pubblicherò su Tarabaralla, segnalo questa meraviglia di espositore: L'art&Car


Patriota ( Ciao Nonno Sergio) Brigata Bolero

Ciao Nonno Sergio, oggi 06\08\2011 rivedo questo post che ti avevo dedicato a tua insaputa,
e a tua insaputa, sono costretta a riprenderlo...e a dedicartelo nuovamente a tua insaputa; ciao Nonno.
La stella brilla in petto.
http://www.iperbole.bologna.it/iperbole/isrebo/pubblicazioni/approfondisci/gliantifascisti1.php
http://certosa.cineca.it/montesole/Blob.php?ID=7636

La Brigata Bolero

La 63a brigata Garibaldi fu costituita nella primavera-estate 1944 quando furono accorpati numerosi nuclei armati che operavano nella zona ad ovest di Bologna, in pianura e in montagna.
I nuclei più grossi erano quelli di Monte San Pietro guidato da Amleto Grazia “Marino” e Monaldo Calari “Enrico”. Comandante fu nominato Corrado Masetti “Bolero”.
La brigata nell’autunno contava oltre 230 uomini, molti dei quali disertori dell’esercito tedesco o ex prigionieri sovietici.
Ai primi d’ottobre la brigata fu attaccata da ingenti forze tedesche a Rasiglio (Sasso Marconi), perché occupava un’importante posizione str…

La Casa Grande dell'Ebreo, Famiglia Serra- Gubellini

La Casa Grande
dell'Ebreo

http://www.panoramio.com/user/6566165?with_photo_id=89404911


Oliveto, importante località di Monteveglio, uno dei Comuni della provincia di Bologna posto sulle colline occidentali, ai confini con la provincia di Modena. A Oliveto sono rimasti alcuni antichi monumenti: scarsi resti del castello dell'XI secolo, dell'oratorio di Santa Maria delle Grazie già esistente nell'anno mille e recentemente restaurato, il campanile-torre attaccato alla chiesa parrocchiale di San Paolo, priva di facciata, con l'ingresso laterale, nella quale è custodita la pala attribuita alla seicentesca pittrice bolognese Elisabetta Sirani, una grande costruzione medioevale chiamata la Casa Grande dell'Ebreo; sui muri è rimasta una vecchia e scheggiata lapide in terracotta, scritta in latino e non facilmente leggibile, che ha permesso di risalire al periodo in cui è stata edificata: nel 1410 da Salomon Mathasia. Essa fu sede della comunità ebraica e la prima banca…

La normalità

“Cos’è successo nel mondo, dopo la guerra e il dopoguerra? La normalità. Già, la normalità. Nello stato di normalità non ci si guarda intorno: tutto, intorno si presenta come “normale”, privo della eccitazione e dell’emozione degli anni di emergenza. L’uomo tende ad addormentarsi nella propria normalità, si dimentica di riflettersi, perde l’abitudine di giudicarsi, non sa più chiedersi chi è."(P.P.Pasolini)

Ci sono uomini camuffati, che si nascondono dietro stereotipi gretti di normalità, vignette da family day, trasgressivi che vanno a mangiare dalla mamma tutti i giorni, accademici che si fanno i festini, adolescenti dalle espressioni perse nei loro videogiochi, manager che si stupiscono del costo di un litro di latte, colti e conformisti colletti bianchi che usano nick name tipo "super duro" in chat , donne dalle unghie finte che contano le monetine, nonni ricchissimi che rubano il parmigiano....gente che vuole nascondere la provenienza! Quindi nessuno è l' origi…

Abbacare

http://www.giornaledifilosofia.net/public/prima_pagina.php?page=11

Abbacare, v. tr. Far conti. ||intr. e fig. Vagare con la mente: è inutile -- tanto.


Dal Nuovo Vocabolaro Universale della lingua italiana di B. Melzi 1882 Quinta Edizione Fratelli Garnier Edizioni